Emergenza COVID-19 in Bolivia

Dal 19 marzo la Bolivia si trova in quarantena per il Coronavirus, e già dal 12 marzo le scuole sono state chiuse. Nonostante la chiusura preventiva decisa dal governo, il contagio si sta diffondendo, e i governi locali (dipartimenti e municipi) non si sentono di iniziare l’apertura parziale delle attività, consapevoli che le risorse per afffrontare una diffusione del contagio non sono adeguate.

Anche se non ci sono decisioni ufficiali, è incerta la riapertura delle scuole: nella zona rurale – dove si trova la comunità di Vilacaya – non c’è possibilità di corsi virtuali, e gli studenti rimangono in famiglia, senza poter accedere all’educazione regolare. Il dato preoccupante è che – seppur quest’anno i contadini hanno avuto un raccolto discreto – le riserve di cibo non basteranno per alimentare adeguatamente tutta la famiglia. Infatti, durante l’anno scolastico i ragazzi ricevono una buona alimentazione  grazie alla colazione che offre il municipio, e il pranzo che offrono la mensa per studenti (gestito dalle Missionarie della Consolata di Vilacaya) e il collegio gestito dalla scuola. Il rischio di malnutrizione è molto alto.

Chiediamo aiuto per poter consegnare alle famiglie con bambini e ragazzi pasta, riso, zucchero, olio, lenticchie per poter integrare la loro dieta a base di mais e carne di capra.

SOMMA PROPOSTA: EURO 3.000

TORNA ALLA PAGINA EMERGENZA COVID-19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *