Un GRAZIE dalle sorelle di S. Paulo

Siamo quattro Suore Missionarie della Consolata: Sr. Hedviges, Sr. Maria, Sr. Carleta e Sr. Clemencia. Abitiamo nel Centro Comunitario Nossa Senhora Aparecida, nel quartiere denominato Jardim Peri, una vasta periferia al Nord della vasta città di San Paolo.

Cerchiamo de essere vere testimoni del Signore, portando speranza e gioia a tutte le persone che incontriamo, soprattutto a quelle che hanno più bisogno del nostro appoggio…

Nel Centro assistiamo: bambini, adolescenti, giovani, famiglie e anziani, con diverse attività sócio-educative, in vista del loro sviluppo  personale umano,  sociale e Cristiano.

Fin dal inizio, cioè dal 1979, alla luce della Parola di Dio, in confronto con la vita reale della popolazione, le nostre sorelle hanno esercitato il ruolo di elemento articolatore e agglutinatore dei sogni, aspettative e speranze della gente emarginata, la cui maggioranza è  composta da migranti del Nordest e Nord del Brasile,  venuti in cerca di lavoro per  una vita migliore.

In questo período di pandemia,  non ci siamo  risparmiate  nel assistere le famiglie, tanto che due di noi siamo  state contagiate dal vírus. Per fortuna è stato un contaggio lieve, ma queste due hanno dovuto fare la quarentena e la cura in Casa Regionale. Per Grazia di Dio, si sono riprese e sono ritornate felici  al lavoro nella favela…

In questo tempo di pandemia, molti capi famiglia sono rimasti  disoccupati e così la fame e le malattie si propagano spaventosamente. Questo richiede da noi essere canali della solidarietà per andare incontro a loro e condividere:  cibo, medicinali, indumenti, aiuto nel ricostruire  le  loro fragili abitazioni distrutte dalle pioggie torrenziali di questi ultimi mesi. Il nostro lavoro è una piccolissima goccia, ma che mantiene viva la speranza della gente nel Dio Providente che non abandona mai coloro che si affidano in Lui

Grazie infinite, a voi ed alle vostre Care famiglie, per la vostra solidarietà!

A nome delle sorelle della Comunità, vi saluto com tanto affetto e gratitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *