Brasile - Boa Vista: emergenza per profughi di molte nazionalità

Profughi in fuga da situazioni insostenibili, bussano alle nostre porte, ogni giorno. Provengono dal Venezuela con il quale confiniamo,  ma siamo raggiunte anche da cubani, e dalla lontana Haiti. Ultimamente non mancano sfollati Brasiliani che la pandemia  ha ridotto a povertà estrema per la perdita del lavoro e l’aumento  esagerato del costo della vita  compresi i beni di prima necessità.  Chi bussa chiede alimenti, sapone per l’igiene,  vestiti, ma anche aiuto per non essere sfrattati, poter pagare le bollette di acqua  e luce, trasporto urbano ed IMPLORANO soccorso per medicinali  Le mamme si presentano con bambini affamati che necessitano di pannolini, materiale scolare e almeno una ciabatta infradito per poter andare a scuola. La popolazione locale non senza difficoltà è molto generosa, ma senza aiuto si devono dire troppi no per  non aver niente da dare.

Assistiamo  regolarmente  un centinaio di famiglie al mese con alimenti, materiale di igiene e un sussidio di sopravvivenza.  Oltre ad essere pronte al primo intervento di emergenza.

Sentiamo  la sfida a non chiuderci nella certezza che ogni piccolo aiuto riaccende la speranza e fa sentire vicinanza e conforto, in tanta desolazione.

Somma proposta:

0
euro
Somma raggiunta: 5.709,25 EURO
raggiunto il 60%

Il progetto finanzia

L'acquisto di alimenti e generi di prima necessità per famiglie profughe

La finalità

Dare un piccolo aiuto e una scintilla di speranza ai profughi

Benefici sperati

Aiutare nei bisogni basici i profughi